Fino al 2008 , la Bielorussia è stato un fautore della  forte crescita della Regione Euroasiatica. Durante il 2001-08 , il PIL della Bielorussia è cresciuto in media del 8,3 per cento ogni anno , più rapidamente di quanto sia l’ Europa e l’ Asia Centrale ( 5,7 per cento ) e la Comunità degli Stati Indipendenti (CSI ) ( 7,1 per cento ) . La rapida crescita economica è stato spinto da una combinazione di fattori esterni favorevoli , tra cui una forte domanda di esportazioni da parte dei partner commerciali principali ( regione della CSI , in particolare la Russia ) , le importazioni di energia sottovalutati dalla Russia , e grandi termini di guadagni commerciali derivanti da esportare beni come i prodotti petroliferi e fertilizzanti , che ha visto gli aumenti dei prezzi ripidi , soprattutto negli anni prima della crisi economica globale . Il record forte crescita , tuttavia , è stato associato con crescente vulnerabilità macroeconomiche . Gli squilibri esterni hanno cominciato ad emergere nel 2006 e il disavanzo delle partite correnti ha cominciato ad allargarsi , come la Russia ha iniziato a muoversi gradualmente verso pricing basato sul mercato delle sue esportazioni di energia verso la Bielorussia .

La crescita è rallentata notevolmente nel contesto della crisi economica globale del 2008-09 , e da allora , il paese ha attraversato un periodo di ricorrente instabilità macroeconomica . La crisi economica e finanziaria globale del 2008 è stato trasmesso alla Bielorussia principalmente attraverso minore domanda di esportazioni e ridotto accesso al credito esterno . La crescita è sceso al 0,2 per cento nel 2009 . La risposta iniziale del governo nel 2009 ha coinvolto una regolazione esterna attraverso la politica macroeconomica stretto e un adeguamento una tantum del tasso di cambio , sostenuta da finanziamenti esterni , tra cui il Fondo Monetario Internazionale ( FMI) . Tuttavia, gli utili di stabilizzazione iniziali conseguiti nel 2009 sono stati stornati dalle politiche fiscali e monetarie espansive , compresa una espansione del credito veloce nel quadro dei programmi di prestito del governo -regia che ha alimentato un rapido ma di breve durata, la ripresa economica nel 2010. Questo recupero è venuto a scapito di un ulteriore deterioramento del disavanzo delle partite correnti al 15 per cento del PIL nel 2010 , e la pressione accresciuta sul tasso di cambio e le riserve valutarie . Dopo un periodo di molteplici tassi di scambi , il bielorusso Rubel ( BYR ) ha perso quasi il 70 per cento del suo valore rispetto al dollaro e l’inflazione è salito al 109 per cento nel 2011 .

Nel 2011 al governo della Bielorussia è stato concesso un prestito di 3 miliardi dal Fondo per le emergenze dell’EurAsEc  si mise in trattativa per un secondo possibile prestito da parte del FMI di 5-7 miliardi di dollari. La concessione di tali prestiti – e soprattutto di quello dell’EurAsEC – è strettamente subordinata all’adozione di specifiche misure di politica economica da parte della Bielorussia. Queste prevedono un rigido contenimento della spesa pubblica, eccessivamente elevata ed il lancio di un effettivo e vasto programma di privatizzazioni (pari a 7,5 miliardi di dollari nell’arco di 3 anni).

Il prestito è stato necessario per far fronte alla crisi attraversata nel 2011 della Bielorussia , legata essenzialmente al basso livello delle riserve valutarie della Banca Nazionale, solo ultimamente in via di ripresa (soprattutto grazie ad una rinnovata disponibilità russa a contenere gli aumenti sul prezzo di gas e petrolio e ai prestiti ricevuti dall’estero). La carenza di riserve ha determinato un progressivo indebolimento della valuta nazionale (svalutazione stimata al 250% nel solo 2011) e alimentato un parallelo processo inflazionistico (oltre il 120% su base annuale). A tale dato deve aggiungersi un pesante aggravamento del deficit di bilancio e del debito pubblico, pari al 52,5% del PIL al 1° gennaio 2012. Secondo la stima della Banca Mondiale, il debito pubblico sarebbe destinato a crescere fino al 67,3% entro la fine dell’anno, con aumenti progressivi per gli anni a venire.

Lo Stato ha già parzialmente varato il programma di privatizzazione nell’ottobre 2011, con la cessione ai russi della quota del 50% di Beltrangaz (il principale gasdotto nazionale) ancora di proprietà di Minsk.

All’inizio del 2013, la stabilità macroeconomica iniziale era stata ripristinata . La stretta sulla politica monetaria e fiscale  alla fine del 2011 e fino al 2012 ha contribuito a contenere l’inflazione a meno del 22 per cento nel 2012 . Il tasso di cambio nominale si è stabilizzato  nel 2012 . Mentre la svalutazione ha incrementato le esportazioni delle merci   non energetici nel 2011 , termini significativi vantaggi commerciali legati ad un nuovo accordo commerciale energia favorevole con la Russia hanno contribuito a migliorare la bilancia commerciale energia nel 2012. Il deficit commerciale è migliorato dal 13,3 per cento del PIL nel 2010 al 3 per cento del PIL nel 2011 , e si trasferì in un avanzo dello 4,6 per cento del PIL nel 2012 . Questo a sua volta ha facilitato la pressione sul conto corrente , che ha migliorato di un disavanzo del 9,4 per cento entro la fine del 2011 e di un disavanzo inferiore al 3 per cento del PIL nel 2012 .

La stabilità macroeconomica , tuttavia , continua ad essere fragili e rischi significativi rimangono. Gli squilibri potrebbero riemergere in caso di rinnovata espansione fiscale e monetaria. Con l’aumento dei prezzi al consumo in Bielorussia rimane al di sopra del livello della maggior parte dei partner commerciali , apprezzamento reale scambio sta già erodendo la competitività acquisita nella svalutazione . Inoltre , il paese deve affrontare notevoli esigenze di rifinanziamento esterni . Bielorussia è in gran parte basata sul debito estero per finanziare il suo deficit di conto corrente , con investimenti diretti esteri limitata.

Negli ultimi dieci anni , la rapida crescita economica tradotta in notevoli progressi nella riduzione della povertà , anche se la recente crisi è stata associata ad un aumento della povertà modesta . Il tasso di povertà assoluta ( soglia nazionale di povertà ) è sceso dal 30 per cento nel 2002 a circa il 11 per cento nel 2006 , ed è stato più che dimezzato negli ultimi anni , passando dal 11,1 del 2006 al 5,4 per cento nel 2009 . E ‘rimasta quasi stabile al 5,2 per cento nel 2010 , ma è aumentato al 7,3 per cento nel 2011 , a seguito del calo dei redditi reali nel contesto di alta inflazione nel 2011 , e gradualmente migliorato a 6,3 per cento nel 2012 .

Tuttavia, le crisi macroeconomiche degli ultimi anni hanno rivelato vincoli strutturali profonde nel modello di politica economica statalista Bielorussia ‘ . Data la posizione dominante delle imprese di proprietà statale, il settore privato e in particolare le piccole e medie imprese restano emarginati. L’ economia continua a dipendere da energia e di risorse esportazioni. Allo stesso tempo , la crescita della produttività nei settori non energetici è stagnante , in particolare nel settore statale .

Nel 2012 il Governo ha varato un piano di privatizzazione.

Dal 1° gennaio 2012 la Bielorussia, la Russia e il Kazakhstan sono passati a un livello più alto di integrazione, attraverso la creazione dello Spazio Economico Comune. La nascita dell’Unione Doganale e dello Spazio Economico Comune hanno reso sempre più agevoli interscambi commerciali e la delocalizzazione delle imprese Europee.

Investimenti privati

La Bielorussia è un paese fortemente aperto agli investimenti di capitali stranieri, caratterizzato da bassa fiscalità, con forza lavoro altamente qualificata e unaposizione strategica. La Bielorussia infatti rappresenta una cerniera ottimale tra enormi mercati dell’Unione Doganale e dell’Unione europea, il che potrebbe essere sfruttato da aziende italiane per il collocamento sul territorio bielorusso delle proprie unità produttive, logistiche e commerciali.

La Repubblica di Bielorussia, a partire dal 1° gennaio 2009, consente di scontare un’aliquota fiscale fissa (flat tax) pari al12% sui redditi delle persone fisiche e al 18% sui redditi delle persone giuridiche.

I dividendi corrisposti a soggetti esteri non residenti, inoltre, scontano una ritenuta del 12% fatto salvo quanto previsto dagli accordi bilaterali contro le doppie imposizioni. Gli interessi e le royalties corrisposti a soggetti non residenti vengono tassati con ritenuta fiscale del 10% e del 15%.  Inoltre, è prevista la non imposizione dei dazi doganali in importazione di materie prime, l’esenzione sulla tassa sui veicoli e l’esenzione sulle imposte immobiliari.

 Prospettive e progetti

Le prospettive di creazione di un sistema di trasporto e logistica nella Repubblica di Belarus

     La risoluzione del Consiglio dei Ministri della Repubblica di Belarus No.1249 datate 29 agosto 2008 nella Repubblica di Belarus approva il Programma di sviluppo del sistema logistico per il periodo fino al 2015 . La parte principale costituente del Programma sono le azioni sulla creazione e lo sviluppo della logistica dei trasporti .
Il programma è incentrato sulla stimolazione dei processi di creazione dei centri di trasporto e logistica di uso generale . L’ analisi mostra che il più grande traffico di merci import-export , tranne per i centri regionali nasce e si mantiene nelle città di Baranovichi , Bobruisk , Borisov , Zhlobin , Mozyr , Orsa , Pinsk . In queste città si prevede di creare le territoriali centri di trasporto e logistica di uso generale . La ragionevolezza della disposizione dei centri di trasporto e logistica regionali del uso generale nelle città regionali della Repubblica di Belarus è dimostrato dalle unità di trasporto più sviluppati , oggetti industriali e commerciali , luoghi di origine di massa della domanda per il servizio di inoltro complesso , e anche dal fatto , che praticamente tutti loro si trovano in luoghi di passaggio dei corridoi internazionali di trasporto .
Per la perfezione dell’organizzazione di trasporti del commercio estero e dei traffici di transito merci si prevede di istituire i centri di trasporto e logistica regionali del uso generale prima di tutto in zone franche ” Minsk ” , ” Brest ” , ” Vitebsk ” , ” Gomel – Raton ” , ” Grodnoinvest “,” Mogilev ” . Lo schema di progetto di istituzione di centri di trasporto e logistica di uso generale al territorio della Repubblica di Belarus è mostrata in figura. La caratteristica degli appezzamenti riservati costruzione dei centri di trasporto e logistica di uso generale è illustrato nella tabella.
Comitati Esecutivi Regionali e Minsk Giunta Comunale sono affidati a fornire la registrazione per lo svolgimento delle gare per il diritto di eseguire la costruzione dei centri logistici degli appezzamenti specificati .
Nella Repubblica di Bielorussia c’è un certo numero di privilegi attivi e le preferenze che possono essere utilizzati per lo sviluppo del sistema di trasporto e logistica :
La competenza del dirigente locale e gli organi amministrativi nel concedere gli appezzamenti è stato ampliato ;
I termini della concessione gli appezzamenti sono ridotti ;
La regola generale di concedere gli appezzamenti su tutto il territorio della Repubblica di Belarus in base ai risultati delle aste è stata stabilita ;
Il principio di contestuale vendita del bene immobile che è una proprietà statale ed i diritti per la conclusione del contratto di affitto del pacco terreni necessari per il servizio degli immobili è stata attuata ;
Procedura di passaggio del diritto per la particella catastale è stato semplificato per il passaggio del diritto alla struttura del capitale situata su di esso ( un edificio , una costruzione , tra cui non completato e sospeso la costruzione ) di un’altra persona;
La responsabilità personale dei funzionari per la burocrazia e il rifiuto ingiustificato di concedere appezzamenti di terra è stato sollevato ;
I residenti di zone franche sono liberati dal pagamento dei dazi doganali e dell’IVA durante l’importazione dei beni di propria produzione , in condizioni di esportazione di prodotti finiti all’estero ;
Dal 1 Aprile 2008 in condizioni di realizzazione del progetto di investimento per la somma minima di € 1.000.000 i residenti della zona economica libera hanno condizioni agevolate su un affitto per gli appezzamenti e vengono rilasciate dal pagamento della tassa sugli immobili e la tassa per l’acquisto di mezzi di trasporto automobilistici , dalla vendita obbligatoria di valuta estera nel mercato di valuta locale ;
L’utile di residenti della zona economica libera ricevuto dalla vendita delle merci ( lavori, servizi ) di propria produzione viene rilasciato dalla tassazione profitto entro cinque anni dal giorno della sua dichiarazione . Dopo cinque anni residenti della zona economica libera pagano la tassa di profitto sotto il tasso ridotto del 50 per cento del tasso , stabilito dalla normativa , ma non più del 12 per cento ;
Status giuridico speciale di imposizione fiscale per i residenti della zona franca deve essere costante fino al 31 marzo 2015 , e per i residenti della zona economica libera registrato prima del 1 ° aprile 2008 – entro 7 anni dal giorno della registrazione .
Il programma prevede lo sviluppo del decreto del Presidente della Repubblica di Bielorussia ” Chi attività logistico nella Repubblica di Belarus” . Nel decreto di cui si suppone di risolvere i seguenti problemi :

La procedura semplificata di registrazione dei lotti di terreno , dove la costruzione dei centri di trasporto e logistica si suppone di prendere posto, e se necessario il loro trasferimento dalla categoria del terreno di applicazione agricola alla categoria dei terreni di applicazione non agricoli ;
La tassazione agevolata degli investitori che svolgono attività sulla creazione di centri logistici ;
Rilascio delle persone giuridiche , che stanno portando avanti la costruzione dei centri logistici , dal canone di locazione per il pacco terreno per il periodo di tale costruzione ;
Rendendo il supporto governativo per gli investitori .
Si prevede di sviluppare il regolamento sulla procedura di creazione dei centri di trasporto e logistica, che regolerà la procedura della loro creazione , con la partecipazione dello Stato, la quota minima dello stato nel capitale sociale , il corpo dello stato repubblicano al quale si suppone di trasferire la quota del capitale autorizzato per il controllo .
Con lo scopo di attuazione del programma i seguenti ambiti svilupperanno come i meccanismi di interazione con l’investitore privato : cofinanziamento da parte dello Stato e l’investitore privato di progetti particolarmente significativi delle infrastrutture di trasporto ; cofinanziamento delle infrastrutture di trasporto dai speditori o utenti dei servizi di trasporto

Investment projects

 

Project Title Total project cost ($ million). Supreme Organization
1 Creazione di un centro logistico e di trasporto sul territorio di zona franca “Gomel-Raton” 314,0 FEZ Gomel-Raton Administration
2 Transport and logistics center in the airport area “Vitebsk, Vitebsk region, Vitebsk state 22 Vitebsk Regional Executive Committee
3 Logistics Center, within the boundaries of Free Economic Zone “Vitebsk” (a former military airfield “Zhurzhevo”), Vitebsk region, Vitebsk state At the discretion of the investor Vitebsk Regional Executive Committee
4 Transport and logistics center near the village Baryshino, Vitebsk region, Vitebsk state At the discretion of the investor Vitebsk Regional Executive Committee
5 Transport and logistics center near the village. Dobreyka, Vitebsk region, Vitebsk state At the discretion of the investor Vitebsk Regional Executive Committee
6 A lot near village Lankovschina, 449 km of M1/E30 and 60 km of P-63 Drugakov Sergey – head of borisov district land and geodesic service
7 Minsk District, Zhdanovichi village council, Degtyarevka village 718090,71 USA dollars Minsk District Executive Committee
8 Minsk District, Hatezhino village council, Hatezhino village 359028,60 USA dollars Minsk District Executive Committee
9 Creation of a centre for transportation and logistics. 50 mln USA dollars The administration of FEZ «Grodnoinvest»
10 Creation of a centre for transportation and logistics on the territory of the Airport Grodno. 50 mln USA dollars The administration of FEZ «Grodnoinvest»

 

The scheme of location of sites for construction of the transport-logistical centers

Legend

The characteristic of the ground parcels designed for the transport-logistical centers

 

Location of the logistical centers

Parcel, hectares

Remoteness from the main highways

Availability of access ways

Availability of the engineering infrastructure

Notes

1. Brest, territory of Free Economic Zone ”Brest“ 55,8 Adjoins the northern passby highway of Brest, direction towards the border terminal ”Kozlovichi“ Available Location of the land parcel has the perspective for expansion to East, what will allow to increase  the parcel for construction of the transport-logistical center up to 108, 31 hectares
2. Pinsk, a site in the western part of city in Dostoevsky street, from the northern and eastern sides it borders with the territory of Republican Unitary Machine-Building Company ”Kuzlitmash“ 16,0 4,5 km from the highway Brest-Gomel Motorways and railways are available There is an opportunity of connection to engineering networks of Republican Unitary Machine-Building Company ”Kuzlitmash“ 2-3 km from the parcel there is a branch office of Republican Transport Unitary Enterprise “Belarusian Navigation Company” River Port Pinsk
3. Baranovichi, industrial zone ”Borovtsy“ from 4 up to 25 Adjoins the motorway Р-2 Kobrin-Stolbtsy and the railway in the direction Lida-Baranovichi Motorways and railways, up to М1 -200m Artesian well and middle pressure gas main (400 meters), power line 110kV (2,2 km) There is active passage from Vilchevsky street
4. Vitebsk region, Utility Unitary Agricultural Company ”Vorony“ (2km from Voronovskogo Circle towards the airport) 138 0,1 Motorways, airport – 1,5 km There is a gas line, power supply is possible
5. Vitebsk region, Utility Unitary Agricultural Company ”Vorony“ (7km from Voronovskogo Circle to Baryshino village towards the airport) 95 0,1 Motorways, railways, airport – 4 km There is a gas line, power supply is possible
6. Vitebsk region, Public Corporation ”Rudakovo“ in location of Dobreika village 127 0,1 Not available There is a gas line, power supply is possible
7. Orsha district, to the east from Ludkovstshina village, village council named after Vysotski 44,1 0,1 660 m from the railway access to Belarusian State District Power Plant Not available. There is a power line at 440 m distance, 10 kV
8. Orsha district, western part of Selistche village, village council named after Vysotski 33,7 0,9 Motorways, railways 10kV power line crosses the parcel, there is possibility of water supply connection
9. Gomel, the parcel in the north-west part of the city, the majority of the parcel consists of the land of agricultural applicationя 200 The parcel adjoins the motorway to Transport and Production Amalgamation ”Airport“ The railway is located at 1200m distance, crossed by local motorways Engineering infrastructure is not available. Communications laying is required Transfer of the parcel from the category of agricultural lands into the category of industrial lands is required
10. Mozyr, the parcel located in the area of ”Mozyrsalt“ Company Limited about 30 hectares The parcel is located at 2 km distance from the railway and less than 1 km from the motorway Motorways, railways Not available Transfer of the parcel from the category of agricultural lands into the category of industrial lands is required
11. Zhlobin, the parcel is located to the north-west from SOE ”Belarussian Metallurgical Works “ Not less than 30 hectares The parcel is located at 2 km distance from the railway and less than 1 km from the motorway Motorways, railways Not available Transfer of the parcel from the category of agricultural lands into the category of industrial lands is required
12. The parcel is located at the territory of ”Eastern Multiprofile Area ”Auls“ in the location of freight railway station and active container station 100 hectares 3 km Available Not available
13. The parcel adjoins the highway М6 ”Grodno-Minsk-Moscow“ and is located in the area of Grodno airport 100 hectares Adjoins Available Partially available
14. The parcel is located at the territory of ”Zapadny“ area in Lida city, close to the highway М6 ”Grodno-Minsk-Moscow“ 100 hectares Adjoins Available Partially available nbsp;
15. Location of the transport-logistical center (park) is supposed to be in sector 2 of parcel 4 of Free Economic Zone «Minsk» (Appendix #1 to the Decree #93 of the President of the Republic of Belarus dated 02.03.1998) on the lands abutting the territory of SOE «National Airport Minsk», Smolevichi district. All required communications and the infrastructure are adjacent to  the parcel 90-124,59 (depending on location of SOE «Minsk Aircraft Repair and Overhaul Factory» Along the edge of the parcel there is the motorway with the exit to Р-69 motor way and further to the highway М1/Е30–25 km) Available Not available, possible connection to the engineering communications of the airport (located at 500m distance from the area of the construction) Along north-east border there is a single track non-electrified sector of the railway to Smolevichi station
(27 km length), the railway station is located  on the mainline railway Moscow-Brest
16. Volozhin district, the parcel adjoins the highway
М-6 (Grodno-Minsk)
10 hectares with opportunity of expansion up to 20 hectares Adjoins Available, required Partially available According to the Resolution #660 of Minsk Regional Executive Committee dated 16.06.2008 the parcel was granted to Joint Limited Company ”BelVingesLogistic“ for the transport-logistical center construction
17. Borisov, the parcel is located close to Lankovstchina village on 449th km of the motorway М1/Е30 and 60 km from the motorway Р-63 30 Adjoins Available Partially available There is a railway close to the parcel
18. Mogilev, the parcel is located  within the line of the bypass highway of Mogilev city 96,7 Adjoins the motorway Mogilev-Shklov,
To the railway in the direction Mogilev-Orsha
Motorways, railways In the area of gas station of SOE ”Belorusneft“ there is a substation 110X10 (Transmash), water intake line ”Polykovichi“ There are municipal transport routes
19. Bobruisk, the parcel is limited by the motorway М-5 and is adjacent to the territory of Bobruisk Tire Plant 55,0 Adjoins the motorway М-5,
The railway access from ”Shinnaya“ station
Motorways, railways

 

MATERIALI

doing_business2013_eng

GDE Errore: Errore nel recupero del file - se necessario disattiva la verifica degli errori (404:Not Found)